Protesi siliconiche

Domanda:

Volevo sapere se esistono controindicazioni alle immersioni per donne che hanno subito interventi di mammoplastica ricostruttiva mediante silicone (sia il caso particolare che generale, vedi iniezioni di silicone per correzioni estetiche).

Risposta:

Ci sono poche notizie sulla resistenza di protesi siliconiche in immersione.
Quelle che esistono si riferiscono essenzialmente alle protesi mammarie e riportano in generale notizie compatibili con la sicurezza e l'affidabilità delle stesse. Le cautele da adottare sono quelle generiche e meccaniche.
La possibilità - reale e frequente - che si formino bolle di gas inerte all'interno della protesi, non appare di rilevante importanza, in quanto il fenomeno resta limitato all'interno della protesi, non provocando danni. Ciò si applica sia alle protesi totalmente siliconiche, che a quelle liquido-silicone.
Non si hanno notizie di interesse statistico o scientifico in merito alle iniezioni siliconiche intratissutali, anche se in linea teorica, potrebbe esserci il rischio di una produzione di bolle localizzata e secondo tempi diversi da quella del tessuto circostante. Considerando, però, che l'iniezione è nel tessuto e che la sostanza iniettata comunica liberamente con le zone circostanti, si potrebbe supporre un libero scambio di gas ed un rischio non significativo di eventi dannosi.