Valeriana

Domanda:

Vorrei sapere se si può prendere la valeriana mentre si fanno immersioni.

 


Risposta:

La valeriana è un farmaco naturale con blandi poteri ipnotici e sedativi , a durata d'azione abbastanza limitata.
Qualunque sia il motivo per cui l'assume (insonnia, ansietà) la possibilità di interazioni negative con l'immersione non sono da escludere.
Il motivo è che l'azione sedativa può essere rinforzata, in immersione, dall'aumentata pressione parziale di azoto, con il risultato di una maggior probabilità di narcosi da azoto e perdita di controllo.

Se il farmaco è ben tollerato e non provoca sonnolenza, sedazione o scarsa attenzione durante il giorno, la possibilità di interazioni negative è scarsa, ma sempre possibile.
Se si non si vuole interrompere l'assunzione del farmaco durante un periodo di immersioni, è consigliabile temporizzare l'assunzione in modo che sia assicurato un certo intervallo fra assunzione ed immersione: per esempio, assumendo il sedativo la sera per facilitare il sonno, l'immersione della mattina dopo avverrà dopo il periodo di massimo effetto della sostanza assunta. Lo stesso vale per un'assunzione mattutina ed un'immersione pomeridiana.

D'altra parte un'assunzione mattutina seguita da un'immersione entro due-tre ore farebbe cadere l'immersione nel periodo di massimo effetto del farmaco e sarebbe sconsigliabile.