Osteonecrosi

Domanda:

Sto cercando notizie su una patologia chiamata "Necrosi ossea asettica".

 


Risposta:
L'Osteonecrosi asettica è una patologia cronica che può colpire i subacquei che si espongono a pressione per lunghi periodi. Non si tratta di una patologia che interesse il subacqueo sportivo, che resta sott'acqua per tempi molto inferiori. Si tratta invece di un rischio importante per i palombari e per quei sommozzatori professionisti che operano su opere civili, anche a profondità relativamente basse, ma per lungo tempo.
E' una patologia che si pensa derivi da molteplici e ripetuti micro-insulti (micro incidenti da decompressione) localizzati a livello della parte spugnosa dell'osso, generalmente a livello dei capi articolari dell'omero, del femore o del ginocchio. La circolazione del sangue viene compromessa ed il tessuto osseo soffre e va incontro a lesione permanente e necrosi. L'accumularsi nel tempo di questi episodi provoca un cumulo di microlesioni nella spongiosa ossea sotto-corticale (quella parte dell'osso che si trova immediatamente sotto all rivestimneto compatto dei capi articolari delle ossa lunghe). Questo porta, nel tempo, ad un cedimento strutturale dell'osso in quelle zone sottoposte a notevole carico dinamico, per cui la corticale ossea "crolla" per mancanza di supporto. Alla fine questo provoca una grossolana alterazione delle superfici articolari e una artrosi, che può essere anche tanto grave da impedire il movimento.