Ernia iatale

Desidererei avere informazioni sulle possibili preclusioni alle immersioni per i soggetti affetti da ernia iatale.

Risposta:
Un'ernia iatale mobile e non sintomatica non rappresenta, normalmente, una controindicazione all'immersione.
Se, invece, l'ernia è incarcerata o nel caso di ernia paraesofagea, esiste il rischio di sovradistensione ed anche di rottura gastrica. L'immersione è, in questi casi, controindicata, in genere anche dopo la correzione chirurgica.
In caso di riparazione chirurgica, infatti, può sussistere una situazione sovradistensione gassosa dello stomaco, che può comportare il rischio di ulteriore sovra-distensione durante la risalita da un'immersione.